Primi piatti a Verona di un Ristorante Pizzeria Verona

I primi piatti a Verona sono molto apprezzati tanto da chi vi abita, tanto da coloro che arrivano da altre città o nazioni per passare una vacanza più o meno lunga. Verona non è solo la città dove si producono vini DOC o dove il formaggio è creato secondo i metodi tradizionali.

Essa è anche patria di molti primi piatti che sentiamo un po’ parte dell’intera tradizione italiana.

Sapevate ad esempio che questa città del Veneto è la “madre” dello gnocco di patate? In realtà questa attribuzione è ancora incerta, tuttavia è palese come tale pietanza è amata a tal punto che il Venerdì Gnocolàr, quando sfilano i carri di Carnevale, il piatto maggiormente consumato è lo gnocco al pomodoro.

Nella tradizione enogastronomica a Verona poi, ecco che si trovano i bigoli con l’anatra e i tortelli di valeggio. I bigoli con l’anatra sono in realtà un piatto tipico di tutta la regione veneta. I bigoli sono un tipo di pasta fatta con uovo, burro, sale, acqua e farina. Prendono la forma di grandi spaghetti con diametro di circa 3-4 millimetri. Secondo la tradizione dovrebbero essere cotti nel brodo dove è stata fatta lessare l’anatra, da condire poi con burro aromatizzato e frattaglie dell’anatra stessa.

I tortelli di valeggio invece, sono una pasta all’uovo ripiena tipica del Veneto e la sua nascita viene fatta risalire nel trecento. Il ripieno viene fatto con carne di pollo, di maiale e di manzo, con l’aggiunta di alcuni aromi naturali e del pane grattugiato. A fine cottura tutto viene amalgamato e utilizzato per riempire i quadratini di sfoglia. Una volta che pasta è asciutta vengono cotti con il brodo di carne oppure, serviti con burro e salvia. Ovviamente una spolveratina di grana non può di certo mancare in un piatto così elaborato e buono!

Tantissimi squisiti primi piatti potete gustarli direttamente alle Cantine de L’Arena, un ristorante pizzeria a Verona molto apprezzato perché mantiene un’atmosfera tipica del posto e garantisce delle pietanze fedeli alla tradizione.

Author: Webmaster

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *